Pagine

martedì 10 febbraio 2009

Uffa

Sta diventando tutto assurdo.
Siamo diventati così ingarbugliati con i nostri pensieri, che ci vergogniamo a dire quali sono i nostri desideri più veri.

Perchè noi dei tempi moderni, siamo così avanti che è diventato ridicolo fermarsi davanti ai sogni, e quindi occorre smettere di fare retorica, dobbiamo essere lucidi, lucidissimi.
Può essere, forse sto sbagliando tutto, sto andando in una direzione sbagliata, magari sto soffocando in qualche modo le mie "ombre", oppure il mio può essere un modo per non affrontare la realtà come questo mondo esigerebbe.
Però adesso sono stanca, passo di qui per riposarmi, come quando camminiamo lungo un sentiero.
Mi piace fermare il tempo, mi riposo, mi siedo su un bel sasso accogliente, magari bevo ad una fonte, riprendo il mio cammino e intanto ascolto il sottofondo della natura, il rumore dei miei passi, osservo il colore dei fiori, odoro, tocco, se ho voglia canto pure.....
Cosi' voglio che sia sempre la mia vita, voglio emozionarmi ancora davanti agli spazi infiniti, davanti ad un bel fiore, alla luna piena, ad un arcobaleno, ad un quadro, ad una fotografia, ascoltando una musica, una poesia...
Ma voglio sapermi emozionare anche di fronte alle cose negative alle quali spesso nella vita andiamo incontro senza volerlo, proprio per permettermi di apprezzare poi in un secondo momento le cose positive con più pienezza.
Il problema è che vorremmo essere puri come i bambini, ma poi per qualche dannato motivo complichiamo la vita anche solo per il piacere di complicarla, dimenticando così il modo per entrare in sintonia con le cose più semplici.

Marco, grazie di avermi fatto leggere questo post - (Barlume).

8 commenti:

evergreen ha detto...

Considerazioni...emozionanti! La semplicità è la cifra della bellezza e della verità.

taoista ha detto...

...un modo c'é per riprovare i gusti semplici della vita, considerarsi nuovamente tutt'uno con la natura, con ciò che Essa rappresenta, vedere le cose da un punto di vista OLISTICO.

Pimpinella ha detto...

@evergreen...mi rincuora che le mie "considerazioni" siano state per te emozionanti, a volte quando mi rileggo mi sembra di essere un po' patetica, dipende dai momenti, però in fondo è quello che penso.
Grazie

@taoista...in effetti più che passa il tempo e più che mi sento tutt'uno con la natura, è prorpio una sensazione che mi "riempe" dentro l'animo...

Do ut Des ha detto...

Barbara ti và di venire domani sera a mangiare un tortello alla Briglia? Siamo io e Luigi.
Dopo cena si và a vedere una partita di pallavolo al Keynes di serie b2

Pimpinella ha detto...

Sorry per il ritardo, ma stasera ho anche i miei zii a cena.
Grazie comunque.

Lara ha detto...

Ciao Pimpinella, trovo che il tuo sia un post molto attuale. Siamo tutti un po' come descrivi bene tu.
Ma la risposta che condivido è quella di Taoista. Vivere con la natura, i suoi ritmi, le sue stagioni, può aiutarci molto ...
Ti auguro una bella domenica!
A presto :)

Pimpinella ha detto...

@Lara: grazie di essere passata dal mio blog...
A presto!

:)

coloriAcolori ha detto...

"Cosi' voglio che sia sempre la mia vita, voglio emozionarmi ancora..."
Hai perfettamente ragione! sembra che le emozioni siano svanite,oggi l'essere umano deve essere FORTE..ma la forza si prende ancge dalle emozioni.
Ciao

Posta un commento