Pagine

sabato 21 febbraio 2009

Facciamo un po' di gossip?

Rieccomi qui, non so bene neanch’io perché, la tentazione di non postare più è tanta, ma vediamo un po’....

Innanzi tutto voglio fare un po’ di gossip, perché no…soprattutto per quelli che mi conoscono in “carne ed ossa”.

Ogni tanto qualcuno dei miei amici a cui ho dato l’indirizzo del mio blogghettino mi domanda “…oh, ma chi è l’anonimo che ti scrive i commenti?” “Ma perché ti ha scritto così?” e soprattutto mi chiedono “…ma è un uomo o una donna?…" ;)

A questo punto parte la mia risata, perché penso che un uomo, proprio per le caratteristiche proprie maschili, non credo che si metterebbe a puntualizzare così com’è successo.

No, non è un uomo, mi dispiace per voi, mi immagino che qualcuno abbia pensato ad un amante arrabbiato :) , no, spiacente, è semplicemente una persona di sesso femminile con cui ho condiviso tramite un forum su Internet, un periodo non proprio bello della mia vita. Un’amicizia virtuale, chiamiamola così.

Il perché scrivesse come anonimo, non saprei, probabilmente per lo stesso motivo perché non dà mai il suo indirizzo di posta elettronica, per essendo una navigatrice esperta del web.

A parte questo particolare è stata un’amicizia strana, ma sincera, io sono sempre stata me stessa, così quando ci sentivamo al telefono o per SMS.

Poi ho avuto la bella idea di darle l’indirizzo del mio blog, magari per avere un qualcosa in più per sentirci più vicine.

Ahimè, qualcosa si è incrinato, forse i miei ottimismi, magari a volte un po’ sforzati, hanno urtato la sua sensibilità, non tutti siamo uguali e se in un altro periodo ho manifestato altro tipo di sentimento non è detto che io adesso sia cambiata e diversa.

Peccato che io non corrisponda più alle sue aspettative.


Più che vado avanti e più che mi accorgo che il blog è un’arma a doppio taglio.

All’inizio, pensando di fare una cosa giusta ho dato l’indirizzo anche a persone con cui condivido qualcosa, ma non sò se lo rifarei, non sono riuscita ad "avvicinarmi" a nessuno e nessuno si è "avvicinato" a me, quindi non è servito a niente.

Amici in lontananza che si facevano vivi via mail non per raccontarsi di sé, ma magari con una catena di quelle che la devi inoltrare a 10 amici in 3 minuti, ecco loro, proprio hanno fatto finta di niente e adesso non mi inviano neanche più le catene. (grazie!)

Inoltre adesso, ho “l’ansia da prestazione”...

A volte se scrivo qualcosa di leggero, mi sembra di essere superficiale e retorica.

Se scrivo, o vorrei scrivere qualcosa di più impegnativo, mi sembra di essere troppo seria e pesante.

Se poi osservo il livello culturale dei bloggers che ci sono a giro, allora si che mi spavento.

Io, ahimè sono una persona semplice, non ho studiato come avrei voluto e dovuto e adesso mi ritrovo con i miei mezzi a cercare di riprendere il tempo perso.

Io non voglio sembrare quella che non sono.

Non mi ritengo una persona colta, ma ci vorrei diventare, a modo mio però.

E se scrivo qualcosa è anche perché mi rimanga bene in mente.

Non è detto poi che lo metta in pratica. :)

3 commenti:

Aurelia ha detto...

Ciao Barbara,
ho letto il tuo post...
non devi dimostrare niente a nessuno,ne tantomeno giustificarti per quello che scrivi,o per quello che pensi.
Il blog,come tu ben sai...è un diario personale virtuale,ma sempre un diario è!
Possiamo scrivere ciò che vogliamo,certamente senza offendere o ledere nessuno,ma possiamo scrivere i nostri pensieri,le nostre emozioni...le nostre ricette ;-)
E,se come è capitato a te,dobbiamo fingere di essere tristi,o pessimisti, per far felice qualche persona...ma neanche per sogno!
Siamo tutte persone con i nostri stati d'animo,oggi posso essere triste ed inc...ata con il mondo intero,domani la persona più felice della terra,chi può dirlo!E' il bello della vita...se poi,per essere noi stesse... perdiamo una lettrice del nostro blog...ma chissenefrega...ce ne sono tantissimi che ci leggono volentieri,e che sono felici se siamo in pace con il mondo,in quel determinato momento!
Un abbraccio sincero,e buona domenica Pimpinellina
P.S= sopratutto NON ABBIAMO STUDIATO... ;-)

Valeria ha detto...

Conconrdo pienamente con Aurelia. Non devi dimostrare niente a nessuno nel tuo blog come nella vita!!! Siamo essere umani, ridiamo, piangiamo, cambiamo di giorno in giorno e guai se non fosse così. Soprattutto non dobbiamo mai arrenderci di fronte alle difficoltà e non dare a nessuno la soddisfazione di fermarci. Nella vita bisogna fare ciò che si vuole e a chi sta bene, bene, a chi no, che girasse le spalle, altrimenti gliele giriamo noi!!!
Coraggio, non ti fermare!!!

Pimpinella ha detto...

Grazie ad Aurelia e Valeria per l'incoraggiamento, è giusto che non devo dimostrare niente a nessuno, questo in fondo lo so, ma spesso mi viene da pensare alla finalità di questo blog, se riusciro' poi ad essere veramente me stessa.
Sono partita pensando di impostarlo in un modo, adesso ho un po' di perplessità...comunque lascio al tempo decidere...

Non sono dispiaciuta solo perchè ho perso un lettore, è ovvio che puo' capitare prima o poi nella vita di un blogger, mi spiace perchè non volevo andasse così, ma è la vita.....

Un abbraccio a voi due.... :))

Posta un commento