Pagine

lunedì 27 luglio 2009

Il rispetto per il prossimo

Se avete un pò di tempo, andate a leggere il blog de "Il circolo dei pensieri" scritto da Enzo "Il filosofo", io l'ho trovato per caso, mi piace leggerlo perchè ritrovo molto del mio modo di pensare.

Riporto il suo ultimo post La radice dell'intolleranza, parole semplici che possono aiutarci a fare personalmente un piccolo esamino di coscienza ma anche a focalizzare quelli che intorno a noi vivono di luce propria e ci guardano dall'alto in basso...

"Questa vignetta è dedicata a tutte quelle persone che hanno una grandissima considerazione di sè, delle proprie convizioni, delle proprie idee ma anche dei propri problemi; e nessuna per le convinzioni, le idee e i problemi degli altri.
Dedicata a quelle persone che, nei rapporti con gli altri, si comportano come se essi fossero il sole, e tutte le altre persone solo pianeti, pianetini e satelliti che devono per forza girare intorno a loro, brillare della luce che viene da loro.
Dedicata a quelli che vogliono sempre e solo sapere quello che c'è nel cuore degli altri, senza mai, ma proprio mai occuparsi un po' anche di quello che c'è nel proprio, a quelli che non si guardano mai dentro, che dicono sempre di essere sinceri, ma mai lo sono con se stessi.
Dedicata un po' alla radice dell'intolleranza, alla assoluta incapacità di vedere l'altra persona come un universo completamente diverso dal mio, da scoprire, da navigare, da esplorare, da rispettare."
Rimane sottotitolato, ci tengo a precisarlo perchè non si sà mai....che la vignetta ovviamente è figurativa, al posto del credente poco rispettoso nei confronti di un ateo, ci potrebbe essere anche un rappresentante di qualsiasi ideologia religiosa o politica, ma anche il titolare con il suo dipendente, il marito con la moglie, due amici.....fate un po' voi....

20 commenti:

Do ut Des ha detto...

"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero."

Jean-Paul Sartre diceva "L'inferno sono gli altri", come si potrebbe dargli torto, basta guardarsi intorno, la nostra è una società basata sulla competizione e non sulla cooperazione.

Bello il passaggio "Universo completamente diverso dal mio"

Saluti

Pimpinella ha detto...

Verità non verità...ogni singola persona di questo mondo ha le proprie verità, chi è che non ce l'ha.
E cosa dobbiamo fare allora, siamo giusti noi e gl'altri hanno sempre torto dunque.

Se ricevo rispetto dal mio prossimo non vedo perchè pure io non debba fare altrettanto.

La nostra sarà una società fatta di competizioni, allora per questo motivo dobbiamo competere tutti anche nel quotidiano?
Io non ci sto', non è nel mio stile, pardon...
a me di fare la prima donna non mi è mai interessato.

Il discorso lo puoi estendere dove vuoi, tu lo vedi nella tua direzione, ma io lo applico alla vita di tutti i giorni.

Se non andiamo in quello che CREDO che sia la direzione giusta, che è quella dell'AMORE, (e tu lo sai bene)resteremo soli nelle nostri convinzioni e nel nostro egoismo.

E per tornare al "tuo" discorso, non ci sono disonensti che cambiano la verità per accordarla al proprio pensiero, ci sono persone che fanno fatica a vivere e a fare le proprie scelte nel modo per loro migliore, secondo la LORO educazione, la LORO storia, il loro DNA.

Ciao

giardigno65 ha detto...

la tolleranza è un esercizio difficile, l'intolleranza ci viene quasi naturale

MACRHO' EcoLife ha detto...

Gli uomini creano le distinzioni nella loro mente e poi le credono vere.
Budhha
ps. Baricco è sempre Baricco
si,sono sempre io...
Ciao e Buona giornata

Pimpinella ha detto...

E' vero, ma a volte il nostro modo di essere intolleranti nasce anche per comodità, si nasce in un contesto che non abbiamo neanche scelto e facciamo, diciamo, imprechiamo le solite cose e i soliti discorsi delle persone che vivono accanto a noi.

Così succede in un posto di lavoro, basta che ci sia una persona intollerante e poi a ruota ci diventano anche gli altri.

Cosi' succede anche sul Web....

La tolleranza è un esercizio difficile, ma dove c'è scritto che non possiamo migliorare.

Ci riempiamo la bocca nel dire che la società è quello che è....ma la SOCIETA' siamo NOI....dobbiamo per prima iniziare a cambiare noi stessi!

Ciao Giardigno, grazie.

Pimpinella ha detto...

@Macrho: Bentornato!!

Le parole di Buddha sono come il burro con la marmellata... :)

Grazie...

Do ut Des ha detto...

Hai ragione la verità è un luogo senza sentieri, non c'è quello giusto o quello sbagliato. Colui che indica è mosso dall'ideale, e gli ideali sono pericolosi.

Anch'io ero mosso da un'idea, ma ho capito che il cambiamento deve avvenire individualmente, nella propria coscienza; qualcosa o qualcuno, un giorno, ci presenterà il conto, e solo allora saremo in grado di capire.

Amore incondizionato significa prima di tutto sconfiggere il proprio individualismo, l'ego, siamo d'accordo?

Questa è la mia scelta
"Ci sono eccome i disonesti che cambiano la verità per proprio tornaconto, ma aggiungo, probabilmente lo fanno senza rendersi conto del danno che provocano a tutti, compresi loro."

E' un pensiero diverso dal tuo, ma io lotterò affinche tu possa sostenere il "tuo" fino in fondo.

Ciao

Pimpinella ha detto...

@Do ut Des: sostenere il mio pensiero?
non è che lo devi sostenere, lo devi rispettare, semmai... :)
Io lo rispetto il tuo.
Non perchè la pensi in un modo tuo particolare sei per me di serie B, anzi a me piacciono quelli che hanno le proprie idee...

semmai non mi piacciono quelli che non si pongono mai dei dubbi


Sull'amore incondizionato sono più che d'accordo... d'accordissimo...

Do ut Des ha detto...

Non mi sono spiegato bene, io sostengo la libertà altrui di dire quello che vogliono, ma questo non implica il fatto che io sia sempre d'accordo con tutti.

Nella mia scelta, se hai ben letto, c'è un dubbio.

@giardigno65, non è sempre stato così.

P. ha detto...

è giusto, non essere daccordo rientra nella libertà di coscienza, ed è altrettanto giusto che nondimeno ogni essere ha il diritto di esprimere ciò che pensa a prescindere dal giudizio che gli altri individui formulano in merito alla sua idea^^

Do ut Des ha detto...

@P. non fa una grinza

Pimpinella ha detto...

Certo che è giusto, non siamo mica essere clonati, ognuno ha una propria coscienza.

Ognuno ha diritto di dire la sua...
e ognuno deve avere e dave dare rispetto.
E' quello che volevo sottolineare.

Pimpinella ha detto...

@Do ut Des: so' che la tua scelta è basata sul dubbio, ma la mia scelta forse è basata sul dubbio del dubbio... :)

Do ut Des ha detto...

Con tutti questi dubbi speriamo di non fare la fine di Vladimiro e Estragone in Aspettando Godot....:))

Pimpinella ha detto...

@Do ut Des:
Di solito più cerchi di fare chiaro, più che annaspi e più che non capisci niente.
Se non si vuole vivere in superficialità.
Io credo che una scelta, qualsiasi essa sia, si trovi la strada da sola.
Proprio per questo non mi pongo il problema se arriverà Godot o pure no.
Non voglio stare ad aspettare.
Se arriverà e quando arriverà lo capirò.

...e poi parlavo in generale...
sarà che è un periodo che abbiamo bisogno tutti di staccare la spina, io per prima...
non riesco minimamente TOLLERARE gli INTOLLERANTi, pensa un po'....

Do ut Des ha detto...

Ma tu guarda che combinazione....

(http://zret.blogspot.com/2009/07/la-cultura-della-menzogna.html)

Ciao.

evergreen ha detto...

Un fresco saluto estivo!

Pimpinella ha detto...

grazie Giuseppe, un fresco saluto anche a te!!

Anonimo ha detto...

illuminiamoci,parliamoci,confrontiamoci....ma lasciamo anche che questa vita ci scorri... di quella,siamo sicuri ne abbiamo una sola tutti!!!seguire i vostri commenti è sempre un piacere.....buona vita a tutti.

Pimpinella ha detto...

@anonimo
...senza dubbio che la vita ci deve scorrere...
il post che viene dopo vuole sottolineare proprio questo.

Mi dispiace un po' non sapere chi sei, sai, sono curiosa da morire... :)
Sono contenta pero' che qui, almeno tu non ti annoi a leggere i miei labirinti logorroici.

Buona vita anche a te!! :))

Posta un commento