Pagine

sabato 9 maggio 2009

Fiori? ...si...ma di Bach!



Provenza 2007

Oggi è stata una giornata tranquilla e serena, potrei quasi dire una giornata felice anche se non ho fatto niente di particolare, forse perché era una giornata calda quasi estiva, così calda che per l'occasione abbiamo tirato fuori dopo tanti mesi il tavolo con le sedie in terrazza, così la sera abbiamo cenato fuori.
Ho sistemato un po' le mie piante, sopratutto quelle grasse, oggi finalmente mi sono sentita bene, carica di energia, chissà se devo ringraziare l'effetto della cura con i fiori di Bach, oppure sarà solamente il cosiddetto "effetto placebo". 
Ma poi, in fondo chi se ne frega, ben venga la "magia" dei  fiori di Bach o quello che è, non voglio fossilizzarmi sulla causa del mio stato euforico, quello che mi interessa è solamente il risultato.
Penso che veramente scarica come a questo giro non lo sono stata mai, non è solamente questione di sentire un po' la primavera, è proprio vera e propria mancanza di energia, più mentale che fisica.
Qualcuno ogni tanto mi dice che dipende dal periodo di stress che ho avuto fino a qualche mese fà, ma non saprei, io voglio solo che questo mio torpore mentale finisca...
A volte mi sento talmente inchiodata a terra, penso a quello che dovrei fare ma non trovo la voglia di farlo, tutto mi sembra un'impresa colossale.
Qui faccio una premessa, di depressione non voglio sentirne neanche parlare, ho cancellato questa parola dal mio dizionario personale, purtroppo ho toccato con mano gli effetti devastanti di questa malattia su persone a me vicine, è come se avessi fatto un giuramento a me stessa, vada per i periodi scarichi più o meno lunghi, ma io con le scatole di antidepressivi non voglio averci a che fare proprio niente. 
Ultimamente una persona mi ha detto che forse il mio problema è che semplicemente penso troppo, ecco, su questo non posso dire niente, è la verità.
Insomma fondamentalmente sono una persona sorridente, attiva e voglio continuare ad esserlo, sono su questo pianeta da qualche anno e come tutte le persone di questo mondo ho avuto pure io qualche problema, ma chi è che non ha mai avuto problemi....
Di certo se imparassi ad essere più menefreghista vivrei meglio sicuramente, ma poi non riuscirei ad essere in pace con la mia coscienza.
Cerco per quanto mi è possibile di difendermi dai ricatti psicologici di chi mi stà accanto e a volte non si rende conto del meccanismo che mette in atto.
Certo, mai come adesso avrei voglia di rispettare i "miei tempi", ma cosa faccio, non vado più al lavoro e vado a fare delle belle girate???
Bello sarebbe prendersi un anno "sabbatico", potrei scrivere un libro o scalare l'Everest o anche meno...adesso mi viene in mente quando davvero ho preso un anno di "pausa" dal lavoro, ovvero quando è nata mia figlia.
Questo è stato l'anno più felice della mia vita, in assoluto.
Lì non ero alla ricerca della felicità perché c'era di già, era reale, si toccava con mano.
E anche mio marito era felice, perché quando tornava dal lavoro il giorno c'erano le sue donne a fargli compagnia.
Poi sono tornata a malincuore al lavoro e da lì in poi è stata sempre una corsa...
Forse sarebbe stato meglio fare la mamma a tempo pieno, con qualche soldo in meno ma più felice. Ma chissà perché tutti ti consigliano di rientrare, perché se no poi "ti annoi, non hai i tuoi spazi, ti viene la depressione a stare in casa, dove lo ritrovi un lavoro così vicino casa"... mah ... se avevo dato retta al mio istinto chissà come l'avrei pensata adesso...forse mi sarei lamentata lo stesso?
Chissà ... ma guardiamo avanti ...

p.s. ueh....questo è il CENTESIMO post...

23 commenti:

Mr Lee ha detto...

Very pleased to come here.Your blog gives us a good feeling.Nice to meet you.Look forward to communicating with you.We want to invite you to our blog at any time you want.
Have a wonderful day!

http://www.china-cutter.blogspot.com/

cesare ha detto...

se guardi avanti , ma hai nostalgia,

dificilmente vedrai la via!!

se aspetti ancora un po..

io arrivo.

riordiniamo e se voi inventiamo

la tua stanza.

poi andiamo


senza freni

ancora.

Pimpinella ha detto...

@Mr Lee - che bravo che sei, pensavo che fosse il solito spam!
Ti ho già scritto nel tuo blog.
Tank you for your visit!

Pimpinella ha detto...

@cesare: ...la mia stanza la voglio tinteggiare di un bel colore...Ti aspetto :)

Mr Lee ha detto...

Thank you so much for your kind words on our blog.We will continue our efforts.
Let's be friends.We hope we can keep in touch.Wish you a pleasant day!

Nicole ha detto...

Ciao ben tornata!
Mi riconosco molto in te...Io ho smesso momentaneamente di lavorare, ma posso farlo, magari rinunciando ad un po' di autonomia, ma non ce la facevo più. Mi godo la casa, i fiori i silenzi e non. Sono stata criticata per questo, ma non me ne frega nulla. E' una mia scelta.
Come te, devo stare attenta a non lasciare che mi si spolpi viva...ma sono forte nonostante le mie fragilità. E penso sempre che domani è un altro giorno e si vedrà...

Pimpinella ha detto...

..questo connubio tra Prato e Cina di questi tempi mi fà pensare...in positivo!!!
tiè tiè per i maligni.... :)

Pimpinella ha detto...

@Nicole, si sono tornata, anche se non ho smesso mai di leggervi tutti quanti...
Sono contenta per te che hai fatto la scelta giusta e se devo essere sincera ti invidio un po', ma la mia è una invidia buona, credimi.
Anche per me la mia filosofia è quella di dire "domani è un altro giorno e si vedrà",voglio pensare che non sarà sempre così...

JANAS ha detto...

Pimpinella io ho seguito il mio istinto è sono rimasta a casa con i bambini finchè non hanno iniziato ad andare a scuola, e poi ho scelto o mi sono comunque ritrovata un lavoro che mi permettesse comunque di seguirli, nei compiti e nella loro vita....ma non credo che sia questo il problema, anch'io mi sento così come te...con un bisogno di staccare, di ritrovarmi, comunque in qualsiasi scelta avessi fatto, c'era sempre l'errore fondamentale di scegliere mai per te ma per gli altri...anche per i figli in modo totalizzante..cioè proiettata esclusivamente nel ruolo di madre e moglie...,per tutto l'amore che proviamo per loro, e mai per noi!
Per ritagliarci uno spazio che sia tutto nostro, e che ci permetta di tornare ad amare loro in modo più sano e giusto!

sytry82 ha detto...

La cosa che mi ha sempre incuriosito è che tutti abbiamo almeno un problema ... ma le donne sono le più appassionate nel parlare dei propri ... e nell'inventarsene di nuovi!
POTERE AL DUBBIO!

Pimpinella ha detto...

@sytry82: la cosa che mi fà ancora stupire è che ancora ci sia qualcuno che non ha ancora capito le differenze tra uomo e donna...
Domandati perchè noi donne abbiamo sempre più problemi di vuoi uomini, siamo forse più sensibili, per caso?
Voi siete monocromatici noi vediamo in quadicromia... :)
Abbiamo per caso magari meno a disposizione tempo per noi, visto che dobbiamo fare da badanti a mariti, figli, genitori e suoceri compresi???
L'hai presente poi la differenza tra una manutenzione che devi ad una Ferrari e una che devi fare alla Cinquecento???
Indovina chi è la Ferrari e chi è la Cinquecento...
Se mi provochi.... :)
E poi perchè non dovrei parlare dei miei problemi sul mio blog.... E' IL MIO BLOG!!!!
ciao ciao

Pimpinella ha detto...

@janas: in effetti se ho fatto la scelta di continuare a lavorare era per cercare di lasciare un qualcosa di mio al di fuori della famiglia, in un certo senso per tutelarmi.
Però anche dover correre sempre, avere margini sempre stretti per poter leggere, dico "leggere" un libro, o stare a cazzeggiare al computer, o coltivarsi un proprio hobby personale, questa situazione a lungo andare ti logora.
Che triste dover bisogna sepre scegliere tra noi e gl'altri.

sytry82 ha detto...

Che io sappia le uniche differenze che esistono tra uomo e donna sono quelle imposte dalla cultura dominante ... ma xkè pensi che io ti voglia criticare? Trovo molto bello questo post. Penso che bisogna dissacrare e ridere dei difetti veri o presunti, questo è il senso del mio commento. Buona notte.

giardigno65 ha detto...

Metti in cassaforte questo anno felice ! Fallo durare in un'altra maniera se ti riesce...

Secondo me hai fatto la scelta giusta, LA PIU' DIFFICILE

ciao

taoista ha detto...

Penso che essere semplici é virtù che la spontaneità é virtù, che l'indifferenza é una saggia pratica quotidiana, che la duttilità sia anch'essa una virtù,ecc. Il tuo post contiene queste aspettative, tu cerchi la tranquillità...ebbene potresti seguire questa Via.

Pimpinella ha detto...

@sytray82: pure io volevo dissacrare e ridere sui difetti presunti o reali degli uomini.
A parte gli scherzi, io non disprezzo gli uomini, è indiscutibile che loro, che voi, vivete meglio, siete più semplici.
Forse è giusto che sia anche così, dovrebbe esserci una sorta di compensazione, no?
Fondamentale è la volontà di venirsi incontro, senza quella non si và proprio avanti.

Nicole ha detto...

Un saluto quasi veloce. Mi alterno tra lo stare sdraiata e seduta:)

sytry82 ha detto...

Beh una riflessione di Luciana Littizzetto mi ha traumatizato, da allora tutte le mie certezze maschili sono crollate: nell'eden l'uomo era più scemo della donna, infatti Dio dovette mettergli un pezzo di cervello in più ... insomma se l'uomo ha il cervello più grande, ma è intelligente uguale ... significa inevitabilmente che un neurone maschile risultà meno efficente di quello femminile. L'inefficenza corrisponderebbe nell'incapacità di noi uomini di comprendere un grande mistero: in cosa consiste la forza di attrazione che porta le donne, quando vedono un negozio di scarpe ad entrarci? E perchè passare davanti al televisore quando calciano un rigore? Sono cose che il cervello umano non può spiegare. *__*

Pimpinella ha detto...

@giardigno65: quel periodo felice di cui ho parlato eccome se l'ho messo in cassaforte... mi ha arrichito tantissimo, però....che dire, speriamo che sia stata la scelta giusta come dici te...
Buona serata...

Pimpinella ha detto...

@taoista: la via che nomini tu, si, è quella a cui tendo istintivamente. poi mi lascio andare ai ragionamenti e non compiccio niente.
Ho letto il tuo commento come minimo cinque o sei volte, si è vero, in quelle parole sta tutto quello che vorrei io.
O almeno quello che credo di volere.
Rallentare e assaporare...riporto una delle citazioni qui riportate a destra:

"Andai nei boschi per vivere con saggezza, vivere con profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto".

Buonaserata...

Pimpinella ha detto...

@nicole....poi passo da te... :)

Pimpinella ha detto...

@sytray82: se stai dietro alla Littizzetto non si finisce più...anche se dice delle sacrosante verità :)
Ripigliati dal trauma ti conviene, anche perchè non tutte le donne sono così...provaci te a passare davanti alla televione a casa mia quando trasmettano un Gran Premio di Formula Uno... :(

Nicole ha detto...

Ciao bella, oggi giornata massacrante, sono stanca. Un caro saluto

Posta un commento