Pagine

martedì 17 giugno 2014

Miliardesima prova.

Cara magistratura, caro Alfano, cari tutti quanti siete.
Se per caso passate da questa parte, pensate a me come ad una donna di quasi cinquant'anni oramai disillusa. Come quando siamo stati abbandonate dall'uomo della propria vita, all'inizio dopo lo scotto, si cercano sempre mille scusanti. Poi col tempo ci si rende conto di essere state accantonate per sempre e si impara a vivere senza. In questo momento ho imparato che del vostro genere di giustizia si può anche fare a meno, in qualche modo si sopravvive, certo non era la vita che avevo sognato, ma a dire il vero io la vita non me la sono mai sognata perché ho trascorso gran parte del mio tempo a combattere contro i miei mostri. Adesso prendete pure tutto il tempo che vi occorre, tanto questo post non lo leggerete mai. Passavo di qui, provavo semplicemente a scrivere qualcosa, per vedere l'effetto che fa, 
s c r i v e r e  q u a l c o s a  s o l o   p e r  m e   s t e s s a
toc toc... c'è nessuno?
Ci sono io e l'hacker , il mio compagno invisibile, io e lui, lui ed io, 
sempre insieme come i fratelli siamesi, 
indivisibile.

Basta, sono stanca, anche di scrivere.

1 commento:

Gianluca Dell'Oro ha detto...

Buonasera, siamo interessati alle foto realizzate durante la manifestazione che si è svolta a svolta nel 2009 presso la Fattoria di Parugiano - Montemurlo - organizzata dal Gruppo Trekking Storia Camminata che ritraggono la battitura del grano. Non so come contattarvi ed ho chiesto anche alla proloco di Montemurlo. Se potete contattarci presso : info@spaziogenio.it vi saremmo grati. Distinti Saluti. Gianluca Dell'Oro Resp. Commerciale

Posta un commento