Pagine

mercoledì 23 novembre 2011

Donne sull'orlo di una crisi di mezz'età.



Donne sull'orlo di una crisi di mezz'età. ---- Presente ----
Eccomi qui,  tra momenti di riflessione, analisi di "bilanci", combattuta come tante donne tra quel che è stato e quel che poteva essere. Capita sovente quindi di soffermarsi a guardare con occhio critico dietro di noi, a scrutare i nostri passi. 
Ma questo lo ritengo normale, direi addirittura fisiologico come un meccanismo di "autoriparazione", anche perché tra i nostri passi troveremo sempre qualcosa di piacevole che ci farà ancora sorridere ...come troveremo sicuramente anche qualcosa di amaro,  ma che per fortuna avremo già metabolizzato e lasciato alle spalle.
Altre volte, soprattutto  leggendo ciò che abbiamo scritto in passato, si riesce perfino a trovare qualcosa di grottesco e strampalato  dove senza ombra di dubbio non riusciamo a riconoscerci più; nonostante tutto siamo consapevoli che anche questo è stato parte di noi e che anche grazie a questa particolarità siamo quel che siamo.


Ogni nostra traccia fa parte di noi, noi siamo le nostre "tracce indelebili".


Ecco dunque la voglia di ripartire, di raccontarmi ancora qui su questo blog e non su uno nuovo come avevo già pensato, magari con un approccio leggermente nuovo e diverso.


E quindi,  si riapre il sipario.

4 commenti:

giardigno65 ha detto...

e lo spettacolo !

Blue ha detto...

Giardigno, sempre stata lenta a partire come se fossi un diesel...vediamo se arriva questo "spettacolo" !
Ciao :)

giorgio giorgi ha detto...

Continuità e trasformazione: che bella coppia! Riuscire a stare insieme a sè stessi o a un altro o al mondo trasformandosi sempre un po'. La durata nel cambiamento: questo è il più bello spettacolo del mondo!
Sarai anche un diesel, ma secondo me non inquini!

Blue ha detto...

Vero Giorgio, impresa un po' difficile stare insieme a noi stessi ma se non impariamo non possiamo andare da nessuna parte, figuriamoci se possiamo stare con gli altri o con il mondo. Ci proviamo, intanto, sempre difficile per me partire ed essere costante, troppe cose nella testa, troppe idee e come al solito, sempre poco tempo.
Grazie della visita.

Posta un commento