Pagine

venerdì 5 marzo 2010

L'eleganza del riccio- citazione 8

 Io non sono più me stessa, sono parte di un tutto sublime al quale appartengono anche gli altri, e in quei momenti mi chiedo sempre perché questa non possa essere la regola quotidiana, invece di un momento eccezionale del coro.
 Quando il coro s'interrompe tutti quanti, con i volti illuminati, applaudono i coristi raggianti. 
È così bello. 
In fondo mi chiedo se il vero movimento del mondo non sia proprio il canto.

1 commento:

Blue ha detto...

...una volta un signore mi scrisse: " Non siamo creati per stare soli in solitudine, anche il nostro corpo è formato da tante particelle e menbra, la mancanza di una parte ci renderebbe difficile la vita, tutto nella vita animale e vegetale tutto è complementare all'altro.
Prafrasando,in momenti molto particolari, ci si può sentire parte di un coro, o di un concerto."

Posta un commento